Che cos’è la resilienza – Cosa vuol dire resilienza.

La resilienza è la capacità dell’acciaio di resistere ad un urto, assorbendo l’energia con deformazioni plastiche ed elastiche, fino alla propria rottura.

Dunque, quando si vuole verificare il comportamento di un materiale sottoposto ad un urto, si effettua una prova di resilienza.

Le prove di resilienza possono essere fatte a temperature diverse e con l’applicazione di forze diverse. Le designazioni degli acciai ci dicono quali sono le prove a cui è sottoposto il nostro acciaio. Facciamo attenzione, dunque, alle sigle riportate nelle qualità degli acciai.

Ad esempio, nell’acciaio in qualità S235JR, la prova di resilienza viene fatta ad una temperatura di 20 °C applicando una forza di  27 J. 

Diamo uno sguardo alla tabella sotto riportata, che riprende gli acciai al carbonio più comuni:

– sigla JR per resilienza minima a 20 °C pari a 27 J;

– sigla J0 per resilienza minima a 0 °C pari a 27 J;

– sigla J2 per resilienza minima a -20 °C pari a 27 J;

– sigla J3 per resilienza minima a -30 °C pari a 27 J;

– sigla J4 per resilienza minima a -40 °C pari a 27 J;

– sigla J5 per resilienza minima a -50 °C pari a 27 J;

– sigla KR per resilienza minima a 20 °C pari a 40 J;

– sigla K0 per resilienza minima a 0 °C pari a 40 J;

– sigla K2 per resilienza minima a -20 °C pari a 40 J;

– sigla K3 per resilienza minima a -30 °C pari a 40 J;

– sigla K4 per resilienza minima a -40 °C pari a 40 J;

– sigla K5 per resilienza minima a -50 °C pari a 40 J;

– sigla LR per resilienza minima a 20 °C pari a 60 J;

– sigla L0 per resilienza minima a 0 °C pari a 60 J;

– sigla L2 per resilienza minima a -20 °C pari a 60 J.

Certificazioni REACH ROHS DOP

COS’E’ LA DICHIARAZIONE REACH?

La dichiarazione REACH (Registration,Evaluation, Authorisation and Restriction of Chemicals) è pertinente il regolamento Europeo sulle sostanze chimiche e sul loro utilizzo sicuro.

Il regolamento europeo REACH1907/2006 sulla registrazione, autorizzazione e restrizione delle sostanze chimiche è entrato in vigore il 1° Giugno 2007.

Il regolamento REACH stabilisce precise regole per la gestione delle sostanze chimiche ed implica lo scambio di informazioni tra clienti e fornitori riguardo sostanze, preparati ed articoli commercializzati.

I prodotti siderurgici certificati secondo la regolamentazione REACH sono considerati appartenenti alla categoria degli “articoli senza rilascio intenzionale di sostanze” e tali prodotti non richiedono ulteriori certificazioni in merito.

COS’E’ LA DICHIARAZIONE ROHS?

ROHS (Restriction Of Hazardous Sustancers Directive) riguarda, dapprima, la direttiva Europea 2011/65/UE, poi a Direttiva RoHS 2015/863/UE, entrata in vigore in maniera definitiva il 22/07/2019 finalizzate a limitare l’utilizzo di sostanze pericolose nella costruzione di vari tipi di apparecchiature elettriche ed elettroniche.

Questa direttiva è mirata a garantire adeguati livelli di protezione per l’uomo e per l’ambiante, grazie alla scelta di materiali sicuri, promuovendo la possibilità di rottamazione e recupero delle apparecchiature obsolete.

COSA SIGNIFICA DOP?

DOP significa Declaration of Performance – Dichiarazione di Prestazione

Trattasi del documenti che accompagna la marcatura CE dei prodotti da costruzione.Questo documento dà al produttore la possibilità di dichiarare le caratteristiche essenziali del proprio prodotto, attestando le conformità del materiale alle prestazioni dichiarate, elencando le singole caratteristiche (prestazioni).

L’INFLUENZA DEI VARI ELEMENTI NEGLI ACCIAI INOSSIDABILI

L’INFLUENZA DEI VARI ELEMENTI NEGLI ACCIAI INOSSIDABILI

Ogni elemento presente negli acciai inossidabili conferisce delle specifiche proprietà agli stessi. Qui di seguito elenchiamo le principali influenze dei vari elementi presenti negli acciai inossidabili.

Nichel (Ni)

La caratteristica principale che il Nichel conferisce all’acciaio inox è quella di renderlo duttile e tenace. Inoltre conferisce resistenza alla corrosione e migliora lo scorrimento viscoso.

Carbonio (C)

Il Carbonio è sempre presente in tutti gli acciai. Questo elemento conferisce durezza al materiale. A temperature fra i 450-900 gradi C, il Carbonio tende a interagire con il Cromo, impoverendo quest’ultimo, facendo si che si creino fenomeni corrosivi. Per evitare questa azione, si aggiungono altri elementi chimici, come il Titanio e Niobio.

Molibdeno (Mo)

Anche il Molibdeno migliora la resistenza alla corrosione. Conferisce anche una maggior resistenza alle temperature (fino a 800 gradi C)

Manganese (Mn)

Il Manganese di solito non supera, negli acciai inossidabili il 2% in quanto, a percentuali superiori, ne peggiora la capacità di resistere alla corrosione

Titanio (Ti) e Niobio (Nb)

Vengono usati perché impediscono al Carbonio di interagire con il Cromo il ché è causa di riduzione della resistenza alla corrosione.

Zolfo (S)

Questo elemento conferisce all’acciaio una maggiore lavorabilità sulle macchine utensili per asportazione del truciolo (I torni, le frese, le piallatrici ad esempio). Però lo zolfo conferisce anche una minor resistenza alla corrosione, peggiora la saldabilità, diminuisce la resilienza.

Azoto (N)

Viene utilizzato per aumentare la resistenza alla corrosione e la resistenza meccanica

Rame (Cu)

Serve per migliorare la duttilità del materiale (in % non oltre 1). Va a peggiorare però la resistenza alla corrosione, la saldabilità e la deformazione a caldo.

CHE COSA SONO GLI ACCIAI INOSSIDABILI (INOX)?

CHE COSA SONO GLI ACCIAI INOSSIDABILI (INOX)?

Gli acciai inossidabili sono delle leghe a base di ferro (Fe) che contengono un elevato tenore di Cromo (Cr). In molti casi sono presenti anche altri elementi quali ilNichel (Ni) ed il Molibdeno (Mb).

QUANDO UN ACCIAIO VIENE CONSIDERATO INOSSIDABILE?

Quando il suo tenore di Cromo è minimo 10,5%; sebbene tale elemento sia normalmente presente in percentuale maggiore. Di norma gli acciai INOX hanno una percentuale di Cromo fra il 13% e 18%.

QUALI SONO LE CARATTERISTICHE DEGLI ACCIAI INOSSIDABILI?

La principale caratteristica degli acciai inossidabili è quella di essere resistenti alla corrosione (sia corrosione a umido che chimica). Resistono in ambienti come l’acqua, l’acqua salata, gli ambienti acidi e basici, gli ambienti industriali. Ulteriormente importante è la resistenza all’ossidazione alle alte temperature(corrosione chimica) come avviene, ad esempio, quando ci sono i gas di scarico industriali.

A COSA SERVE IL CROMO? PERCHE’ E’ IMPORTANTE?

Il Cromo negli acciai inossidabili forma come una sottile pellicola sulla superficie di base fungendo così da protezione fra l’acciaio stesso e l’ambiente esterno. E’ proprio questa pellicola di ossido di Cromo (viene detto film passivo) che conferisce all’acciaio il tipico colore grigio argento (quello delle pentole che abbiamo in cucina, tanto per capirci).

La resistenza alla corrosione sarà maggiore, quanto maggiore la presenza di Cromo all’interno della lega.

Il Cromo ha anche una ulteriore caratteristica, ovvero, quella di migliorare la resistenza allo scorrimento a caldo; per questo motivo, l’acciaio inossidabile trova ampi impieghi nell’impiantistica industriale.

IN QUALI CAMPI SI UTILIZZANO GLI ACCIAI INOSSIDABILI?

Sono veramente molti i campi di applicazione dell’acciaio INOX. Grazie alle loro caratteristiche sono largamente utilizzati nell’industria chimica, petrolifera, petrolchimica, nell’industria alimentare, in quella farmaceutica, nell’industria edilizia, nella produzione di elettrodomestici ecc.